Un romanzo di G…

Un romanzo di Glenn Cooper

 

Il tema della morte è da sempre uno dei più spaventosi per noi tutti, ma lo è ancora di più se questa arriva in una data già fissata nota solo ad una persona .

In questo racconto lo scrittore vuole stravolgere le regole e farci credere che tutti noi abbiamo una “data di inizio e una di fine”, ed essa è decisa da un singolo uomo, o meglio da un piccolo di nome Octavus. Sarà lui infatti con le sue “profezie” ad essere il protagonista iniziale del romanzo.

Glenn Cooper ci narra di questa vicenda in varie ere storiche, dall’arrivo di Octavus appunto in un’abbazia sull’isola di Vectis, alla scoperta di un documento segreto nel 1946 dal presidente Truman per arrivare ai giorni nostri con la morte di David Swisher (un noto banchiere di New York).

Mistero e congiura ci accompagneranno per tutta la “durata” della lettura, in una realtà in cui

Non esiste nulla di casuale

Non esiste una strada che non sia già stata scritta

E un destino segnato

Lì, nella Biblioteca dei Morti

 

 

 

Immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...