Oh smartphone mio! (riflessione sul mondo della telefonia)

Immagine

Ho deciso di prendermi un post per una piccola riflessione sul mondo della telefonia mobile (mamma mia ormai nessuno usa più questa parola lol), nulla di preciso, solo un piccolo discorso su come si stia evolvendo, o distruggendo questo universo che ormai sembra essere davvero sconfinato e soprattutto, per i “non addetti ai lavori” incasinato. Premetto che ho lavorato nel campo della telefonia per vari operatori e in vari megastore, inoltre ho fatto il blogger per un conosciuto sito ( il quale ovviamente trattava gli smartphone di tutte le piattaforme) e ho un bagaglio personale anche a livello “softweristico” abbastanza buono, quindi è solo per questo che mi permetto di toccare l’argomento.

Il primo aspetto su cui ci dobbiamo soffermare è sicuramente quello che riguarda i vari sistemi operativi, molti di voi sicuramente avranno sentito parlare di Android e iOS visto che sono quelli che vanno per la maggiore ora come ora, magari qualcun’altro avrà letto di un certo WP (sistema operativo windows), ma non esistono solo questi, o meglio, il primo dei due ha alcune sfaccettature rispetto a quello della Apple, infatti su base Android potremo trovare MIUI, un sistema operativo che viene “montato” sui dispositivi Xiaomi (oddio una marca cinese!Orrore!), dispositivi di ottima fattura e soprattutto con delle caratteristiche  che lasciano alla spalle il caro iPhone o la Samsung. Il top di gamma della marca cinese si chiama “Xiaomi Mi2” e l’avrei comprato se non fosse stato per il fatto che fino a due mesi fa costava 459/499 euro, ora il prezzo si è ridimensionato di molto (parliamo di 359 euro), quindi, se qualcuno vuole cambiare cellulare e non buttare soldi per un “ultimo S5” o iPhone, consiglio questo modello quì. (foto quì sotto)

Immagine

Il sistema operativo come dicevo prima è Android però con la “mod” MIUI, diciamo che (come vedete dalla foto) sembra quasi che fonda lo stile del robottino verde con quello dell’iOS dando vita ad un’ottima combinazione di colori e icone. Non dimentichiamoci comunque che oltre al S.O., Xiaomi mi3 monta uno SnapDragon 800 con 2.3 GhZ (mica grissini ammuffiti), per non parlare dello schermo fullHD da 5″. Insomma, lo consiglio a coloro che vogliono prima di tutto spendere una cifra abbastanza corposa (ma non esagerata) e amanti come me degli schermi belli ampi e luminosi.

Da un pò di tempo inoltre si è iniziato a parlare di un altro sistema operativo, ovvero quello interamente basato su Firefox, il noto motore di ricerca che molti di voi sicuramente utilizzeranno per navigare in internet. Il concetto di base è molto semplice, creare un sistema molto leggero e fluido che permetta di navigare e tenersi in contatto con i propri social network a cui si è iscritti, e fino a quì non fa una piega, il problema viene quando andiamo sul sito ufficiale della Firefox per controllare che modelli esistono al momento in commercio (in italia) e leggiamo:

  • Alcatel OneTouch Fire
  • Lg Fireweb
  • ZTE Open

E diciamo semplicemente, “ok, fino a che non esce un dispositivo decente con questo sistema operativo montato sopra, non lo prendo nemmeno in considerazione”. Che poi, l’idea è davvero molto carina, come vedete nell’immagine quì sotto

Immagine

 

l’unico problema sta proprio nella scelta dei terminali, che per il momento hanno delle specifiche davvero molto basse (per non dire ridicole) e soprattutto, cosa che più mi ha infastidito, sono “brandizzati” ovvero, vengono venduti da un operatore, per esempio l’Alcatel viene distribuito da Tim. Sicuramente quindi, un cellulare consigliato a coloro che vogliono sperimentare un nuovo sistema operativo a costi molto contenuti, visto che siamo sui 80 euro di spesa.

Quì termina la prima parte della mia analisi, mi sono soffermato di più sul sistema operativo, nella seconda parte invece andrò ad analizzare perchè e quale cellulare dovremmo prendere in base alle nostre esigenze.

6 Comments

  1. Ci sarebbe da fare, poi, un discorso sul segnale e la (poca) possibilità di navigare in Rete. I nostri operatori non sono di certo i più economici e non sono nemmeno quelli più “elastici”, sia in fatto di banda concessa sia in fatto di copertura del territorio (digital divide).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...